Intervista a Nicol Manenti

nicole manenti

INTERVISTA A NICOL MANENTI DA “EMA DJ”

Ciao ragazzi… stavolta ho intervistato per voi una delle più giovani partecipanti di “The Voice of Italy 2015”, del Team Noemi, Nicol Manenti. Ma sentiamo come ha risposto alle mie domande…

Come ti chiami?

Nicol manenti.

Quanti anni hai?

Di dove sei?

Cazzago San Martino in provincia di Brescia.

Cosa fai nella vita oltre che cantare?

Sto studiando per la patente e poi inizierò a cercarmi un lavoro.

Hobby, Sport?

Nessuno.

Fidanzato?

No, single.

Sogno nel cassetto?

Ovviamente diventare una cantante come tutti del resto, ma se così non fosse lavorerei per quello che ho studiato cioè la cuoca.

Come nasce la tua passione per la musica e per il canto?

Fin da quando ero piccola ho sempre desiderato cantare anche se delle volte ci sono stati dei momenti in cui non volevo più andare avanti ma ora tutto fila liscio.

Da quanto tempo canti?

Canto da quando avevo 6-7 anni, ho iniziato in un coro di chiesa poi man mano che andavo avanti sono andata a lezione da Veronica Gasparini per qualche anno e adesso vado da un’insegnante professionale da 4 anni e lei si chiama Anna Gotti ex corista di Mia Martini.

Esperienza artistica dagli inizi ad adesso?

Ho fatto tanti concorsi sia da bambina che prima di andare in tv, adesso non me li ricordo tutti ma ne ho vinti tanti sia regionali che nazionali, come il mino reitano 1° classificata, bravissima 2014 1° classificata (categoria canto) con Valerio merola, festival del garda 3° classificata con Vince tempera, Festival di piacenza 2° classificata con Paola Folli (vocal coach di x factor), Note d’autore premio miglior voce con Kalus Bonoldi (maestro di amici 2014), ecc.

Cosa ami e cosa detesti di te stesso (sia a livello artistico che personale)?

Amo di me il non arrendermi mai e che non mi butto giù, anzi mi rialzo… e faccio vedere che posso farcela anche solo con le mie forze, e che soprattutto riesco a cambiare! Quello che invece detesto di me è la mia timidezza che pian piano sta andando via.

Progetti per il futuro (sia in campo musicale che non)?

Allora in campo musicale adesso ho in ballo e ho già fatto ospitate / serate e ho già una band (gli sferica). Per non musicale niente di che le solite cose speriamo vada sempre così e che la fortuna sia con me.

Cosa ti ha spinto a partecipare a the voice of italy 2015?

Per fare una nuova esperienza fuori dalle righe, conoscere un po’ l’ambiente di questo mondo, capire se ne posso fare parte e ovviamente anche per imparare.

Che rapporto si è creato con il tuo coach?

Un rapporto molto solidale, dolce, simpatico e carino.

Continuate a sentirvi?

Certo, quasi tutti i giorni… lei ha voluto seguirmi nella mia carriera artistica e adesso mi da sempre degli ottimi consigli e mi sprona in tante cose che dire mi trovo bene con lei è una Grande!

Raccontaci la tua esperienza a the voice of italy 2015!

È stata una esperienza fantastica che mai mi sarei aspettata di fare e poi non è da tutti arrivare ad un talent così quindi è stata una cosa elettrizzante, ho conosciuto tante persone tra cui il mio coach Noemi e i miei compagni di squadra con cui mi sono affezionata tanto e che anche adesso ci sentiamo! Devo dire che mi ha cambiata molto sia a livello personale che musicale, poi ho avuto tanti consigli che terrò sempre nel cuore e che ne farò tesoro. Mi ricordo che ogni giorno era una fatica con interviste, prove e tutti gli altri montaggi che dovevano fare ma infondo eravamo a The Voice e non ci potevo credere a quello che mi stava accadendo, un sogno diventato realtà. Ma so che se non avevo la presenza dei miei genitori accanto che mi portavano di qua e di là sicuramente non avrei mai fatto una cosa così importante… quindi devo tutto a loro!

Cosa hai provato, quando hai superato le blind, quando hai visto i coach girarsi?

L’adrenalina a mille ovvio poi che c’è stata anche un’emozione fortissima.

Cosa pensi sia cambiato nella tua vita dopo questa esperienza?

Molta più sicurezza in me stessa.

La consiglieresti ad altri artisti? Perché?

Si perché ti arricchisce molto ed è qualcosa di nuovo che non tutti hanno il coraggio di fare!

Hai già inciso un Ep/Disco? Se è si come è stato? Cosa hai provato?

No, mi dispiace non ho mai inciso un ep/disco… almeno, non ancora!

Che rapporto hai con i tuoi primi fan?

Molto stretto e sincero, per me loro ti danno sempre il coraggio di superare i giorni bui e le tristezze, ti danno la forza per rialzarti e senza di loro non so come farei, sono tutto e mi sento anche adesso con loro sono proprio carini/e e mi fa piacere essere apprezzata dopo tutti questi sacrifici.

Date future dove poterti vedere?

Ecco a voi! 28/6 al concorso Cantavirle (oratorio di Virle) – (Ospite e Giurata), – 3/7 Festa della birra all’oratorio di Calino (Serata). Ci sono altre ancora ma aggiornerò la mia pagina ufficiale che si chiama nicol official per chi vuole seguirmi.

Sei già sotto un’etichetta o una casa discografica? Se si, quale?
No, con nessuna etichetta e casa discografica… ma speriamo succeda un giorno.

Hai un manager? Se si, chi?

Si, e si chiama Andrea Silvestri.

In che città vorresti cantare?

Londra senza dubbio.

In che città hai cantato? Quali ti sono rimaste più nel cuore e perché?
Ho cantato a Brescia, Rovato, Seriate, Desio, Gargniano, Torricella, Cazzago San Martino e poi ce ne saranno delle altre come Calino, Virle, Orzivecchi e Sanremo. Ma la città che mi è rimasta nel cuore è Cazzago San Martino, perché è dove abito e mi sento molto accolta lì, non è che dalle altre parti no ma Cazzago è Cazzago.

Come riesci a conciliare musica, amici, famiglia e tutto il resto?
Ci sono dei momenti che la giornata la dedico al canto e altre agli amici e alla mia famiglia. Riesco a mantenere tutto alla perfezione.

Chi sono le persone che durante la tua carriera di cantante ti sono state più vicine? Chi ti è più vicino in questa nuova avventura a The Voice of Italy 2015?

Mia sorella, mio papà e mia mamma. La mia famiglia. I miei genitori.

Sei tu che scrivi le tue canzoni o è qualcun altro che le scrive per te? Se sei tu a cosa ti ispiri?
Non non scrivo io le canzoni non ho mai provato ma vorrei iniziare anche questa parte per arricchire un po’ la mia voglia di fare!

Hai un rito scaramantico? Se, si quale?
No, mai avuto.

Chi sono per te i “mostri sacri” della musica?

Assolutamente Beyonce, Joss stone, Jessie j, Giorgia, Eva cassidy, Jennifer hudson ecc.

Canzone preferita?

Ce ne sono tante di canzoni che mi piacciono molto ma se è una in particolare allora Nobody love.

Band preferita?

Di band preferite ce ne sono due e sono gli one direction e i 5 seconds of summer.

Cosa vuol dire per te cantare?

Per me cantare vuol dire comunicare un sentimento al pubblico e farlo sentire, è anche un divertimento che mi aiuta ad essere in pace con me stessa e a superare gli ostacoli della vita.

Cosa rappresenta per te la musica?

Un qualcosa di spettacolare, un piacevole suono che ti entra in testa e che non scordi più, un sentimento e delle vibrazioni.

Un saluto ai tuoi fan…

Vi penso sempre…Vi adoro e vi amo, a presto. Un bacio a tutti quanti! Peace and love! <3

Beh… che dire… le auguro di poter continuare a cantare e di realizzare questo suo sogno.

Un pensiero su “Intervista a Nicol Manenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*